Aller au contenu principal

16 juillet 2018

Sia l’amore, sia la paura sono contagiose – Favola dei Coccolamori

par passioncoach

Oggi ho voglia di condividere una favola che mi piace tantissimo perchè affronta argomenti che sono fondamentali per me.

– l’empatia, l’amore, la condivisione,

– L’impatto disastroso delle credenze negative sulle nostre vite,

– Le conseguenze negative dei comportamenti indotti dalla paura.

Sia l’amore sia la paura sono contagiose. A noi la responsabilità di scegliere cosa trasmettiamo…

DALLA FAVOLA « I COCCOLAMORI » di Claude Steiner

C’era una volta un paese, chissà dove e chissà quando, in cui tutti, ma proprio tutti, erano felici. Il segreto di questa felicità erano chiamati « coccolamori ».

Le persone se li scambiavano di continuo, perché dare e ricevere coccolamori, era un’inesauribile fonte di piacere. Inesauribile… così sembrava, almeno.

Ogni volta che qualcuno riceveva un coccolamore, si sentiva immediatamente caldo e morbido dappertutto.

Gli abitanti di questo paese continuavano a scambiarsi coccolamori e ognuno poteva averne tanti quanti ne voleva, perchè i coccolamori erano gratuiti. Bastava infilare le mani nella borsa e regalarli.

Come avrete capito, i coccolamori rappresentano segni di attenzione e d’amore gratuiti che ci scambiamo e che riempiono chiunque li riceva di gioia e di benessere.

Finché una strega, infastidita dalla felicità generale : è piuttosto complicato piazzare filtri e pozioni in mezzo a gente beatamente soddisfatta di sé e del mondo. Allora decise di spargere la voce che i coccolamori non sarebbero bastati per tutti. 

Una cappa opprimente di diffidenza e inquietudine calò sul paese, nessuno era più disposto a donare coccolamori. Molti si ammalarono per mancanza di calore e contatto, certi addirittura morirono.

La strega era soddisfatta perchè vendeva tante pozioni, però iniziava a temere che tutti i contadini morissero. Allora inventò i « gelopiccanti ».

I gelopiccanti rendevano la gente fredda e aggressiva, ma almeno le persone non morivano più…

O compravano le pilolle alla strega, o dovevano lavorare per potersi pagare dei coccolamori, che erano ormai diventati rari e costosi.

Il caso volle allora che a rovinare i piani della strega fosse una giovane donna di una grande generosità, capitata da quelle parti, cominciò a regalare coccolamori senza preoccuparsi di rimanere senza. E fu così che prima i bambini, poi i grandi, seguendo il suo esempio, ricominciarono « l’amorevole scambio » e tutti tornarono a sentirsi amati e felici.

I coccolamori sono inesauribili. Più ne date, più ne ricevete… 

Per meditare …
E579B1FD-D5F4-4E09-87FC-7A895A0D133D

Motivati per lavorare sulle vostre credenze limitante ? Il Life Coach può aiutarvi.

> Pensate a Passion Coach 😉

Lire plus de Non classé

Répondre

Choisissez une méthode de connexion pour poster votre commentaire:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion /  Changer )

Photo Google

Vous commentez à l'aide de votre compte Google. Déconnexion /  Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion /  Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion /  Changer )

Connexion à %s

%d blogueurs aiment cette page :